slide-nuovo-testo

Leggi tutto

Primo Piano

Il Progetto Gap incontra gli studenti di Recanati

Si è tenuto ieri mattina presso l’I.C. Badaloni San Vito di Recanati (MC) l’incontro con gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado sull’uso consapevole delle nuove tecnologie, quali smartphone, social media e video-games. Ha introdotto e moderato l’incontro Elisa Cingolani, Presidente del Moica Marche; sono intervenute la Dott.ssa Elena Mazzoni, psicologa … Continua

Social Media e Videogames: al limite tra dipendenza e legalità

Sulla piattaforma del Progetto GAP sono disponibili due nuovi video, inseriti sia all’interno della sezione dedicata ai ragazzi “Uso consapevole delle nuove tecnologie”, che all’interno della sezione dedicata agli adulti “La relazione è la miglior prevenzione”. Grazie alla collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, la Piattaforma GAP ospita i contributi del Maggiore Alberto Pinto (Comandante Compagnia … Continua

Incontro Online su Ludopatia e Sovraindebitamento

Martedì 5 dicembre si è tenuto l’Incontro Online su Ludopatia e Sovraindebitamento a cui hanno partecipato gli Operatori di Settore di tutto il territorio nazionale e gli iscritti alla Piattaforma di Formazione Gratuita del Progetto GAP. Moderato dalla Dott.ssa Valentina Salomone, Dottore Commercialista ed Esperta in materia di Sovraindebitamento, e dalla Dott.ssa Elisabetta Iovene, Parent Coach e … Continua

MULTIMEDIA

VIDEO DI BENVENUTO

Strumenti di Progetto

Formazione on line

Notizie

Faq

Presentazione del progetto “GAP”

Il Progetto G.A.P. nasce con l’obiettivo di contrastare il fenomeno giovanile delle nuove dipendenze (gioco d’azzardo, videogiochi, smartphone, etc.) attraverso il rafforzamento del valore protettivo della relazione con gli adulti di riferimento (genitori, nonni, docenti, istruttori sportivi, animatori giovanili, educatori, etc.).

Tramite azioni di informazione e formazione, il progetto punta ad accrescere le competenze necessarie per stabilire relazioni educative incisive con i giovani, per contrastare la chiusura e l’isolamento predittivi dell’esordio di nuove dipendenze.

Il benessere e la sicurezza dei nostri ragazzi risiedono nella qualità della relazione con gli adulti.

CHIUDIAMO IL GAP